insomma, per semplificare, quellodeisocial. Non si sa mai come chiamarlo ma è una figura determinante per la presenza sui social di un’azienda, per la reputazione di un brand sul web e per trovare la giusta chiave per tramutare i contatti virtuali in clienti reali. È il professionista che può trasformare le pagine aziendali in strumenti per aumentare gli introiti della tua attività.

Strategia

La giusta strategia è determinante: grazie alle sue competenze in campo di marketing e di conoscenza del web, il social media manager ti aiuta a fissare gli obiettivi e a trovare le giuste risorse per raggiungerli attraverso i canali social della tua azienda o della tua attività. Senza strategia stai solo pubblicando delle foto una dopo l’altra: ciascun contenuto rientra invece in una precisa logica, orientata al raggiungimento di obiettivi concreti e tangibili.

Creatività

Il web e i social sono pieni di contenuti di ogni tipo, per ogni settore e su ogni argomento. Come fare allora per emergere? Anche a questo serve quellodeisocial, che dosando creatività, utilizzo degli strumenti giusti, tempismo, ironia ed empatia, da bravo chimico del web trova la formula giusta perché i contenuti – e quindi la strategia – massimizzino i risultati.

Risultati

Eccoci alla motivazione fondamentale per la quale ad un’azienda che vuole incrementare il proprio business serve un professionista dei social. Il social media manager è un lavoro goal-oriented, orientato sui risultati: senza quelli, è solo un ulteriore costo per l’azienda, che non ne trae alcun beneficio. Nell’arco di tempo necessario perché la strategia studiata prenda forma e dia i suoi frutti, i risultati sono analizzati e comunicati costantemente grazie all’analisi delle metriche e alla redazione di report.

Reputazione e immagine del brand

Ad oggi, la reputazione e l’idea che le persone hanno di un’azienda, di un’attività, di un prodotto o di un personaggio pubblico passa giocoforza dai social. È la nuova agorà, il luogo virtuale nel quale ci si mostra al pubblico e si cattura l’attenzione del proprio target, attraverso un corretto utilizzo di foto, video e grafiche che ne raccontino – con il giusto Tone of Voice e con creatività – le peculiarità in funzione degli obiettivi prefissati. Il lavoro del professionista dei social parte innanzitutto da qui: definire un’identità aziendale e raccontarla attraverso le piattaforme virtuali.

Conversione: da utenti a clienti

Apparentemente tutto fantastico, ok. Ma: come si fa ad emergere tra i tanti competitor che affollano i social? E soprattutto: a che serve creare una strategia se poi i contatti sono solo virtuali? In questo consiste il vero lavoro del Social Media Manager, questa la reale ragione per la quale è necessario affidare la gestione dei propri canali social ad un professionista se si vogliono usare Facebook e Instagram – ma anche TripAdvisor, YouTube, Twitter, TikTok a seconda del settore – per aumentare i ricavi della propria azienda. Concordare un obiettivo e creare una strategia: due semplici mosse che trasformano gli utenti in contatti reali, clienti, visite al sito o qualunque altra cosa sia funzionale all’obiettivo da raggiungere.

Report: la situazione sempre sotto controllo

Ma quindi in definitiva che fa quellodeisocial? Risposta vera e simpatica: sta tutto il giorno su Instagram. Risposta altrettanto vera ma meno simpatica: sta tutto il giorno a studiare. I risultati tangibili, il raggiungimento degli obiettivi, l’efficacia di una strategia: tutti parametri indispensabili per il vostro professionista – quellodeisocial – per capire se sta effettivamente producendo quello per il quale lo stai pagando. La produzione costante di report numerici con l’andamento dei canali social è il mezzo che garantisce il monitoraggio del lavoro svolto e la comprensione dell’efficacia di ciò che si sta facendo: grazie a questo strumento e attraverso i parametri chiave, si è sempre informati su cosa succede realmente sui canali social aziendali e a che punto è il raggiungimento degli obiettivi prefissati.